ForliAirport

Analizziamo oggi il sito dell’aereoporto di Forlì “L. Ridolfi”, gestito dalla SEAF, colosso attivo su scala globale nel settore degli investimenti.

forliairport

TOTALE:

75

Architettura:

Costante possibilità di accedere alle pagine di primo e secondo livello

4

Identificazione mediante un titolo di tutte le pagine

4

Differenziazione visiva delle varie sezioni del sito

3

Comunicazione:

Capacità della home page di comunicare gli obiettivi e l’image del brand in modo coerente

4

Facilitazione della comprensione dei contenuti mediante un layout chiaro

3

Utilizzo di layout liquidi o semi-liquidi

1

Utilizzo dei colori con criterio e con il fine di facilitare l’orientamento durante la navigazione

3

Adozione di font chiari e poco numerosi

4

Funzionalità:

Capacità del sito di permettere una navigazione snella e di effettuare le transazioni con facilità

4

Chiarezza nello spiegare e nell’esporre gli errori dell’utente

4

Possibilità di entrare in contatto in modo semplice con i gestori del sito

4

Contenuto:

Presentazione chiara delle informazioni ed in modo coerente con gli obiettivi del sito

4

Utilizzo di uno stile adeguato al web (registro usato, link in evidenza, paragrafi brevi)

4

Gestione:

Costante accessibilità e disponibilità del sito

4

Adeguatezza degli aggiornamenti

5

Adeguata gestione delle relazioni con gli utenti

5

Accessibilità:

Accettabilità delle dimensioni delle pagine e quindi dei tempi di accesso

4

Buon utilizzo di elementi grafici animati

4

Facilità a memorizzare e reperire il nome del sito

4

Usabilità:

Il sito, a primo impatto, risulta essere molto semplice, riesce a permettere una buona navigazione e a dare informazioni aggiornate ed esaustive all’utente. Utile è la costante presenza del menu principale nella parte superiore della pagina e, per quanto riguarda la home page, l’evidenziazione, nella parte di sinistra, di collegamenti rapidi alle sezioni più utili. I colori ed il layout non riescono però ad evidenziare bene le varie sezioni del sito e quindi non aiutano molto nell’orientamento durante le navigazione. E’ stato inoltre usato un layout semi-liquido ma sicuramente con impostazioni errate: al diminuire della dimensione della pagina infatti non diminuisce quella degli elementi grafici e dei vari frame, che arrivano ad ammassarsi e a sovrapporsi rendendo la pagina sia esteticamente che funzionalmente incomprensibile.

3

Annunci

~ di greatsmurf su aprile 15, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: